I salmi

Salmo 128 (128)

Dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato, 
- lo dica Israele - 
dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato, 
ma non hanno prevalso. 
Sul mio dorso hanno arato gli aratori, 
hanno fatto lunghi solchi. 
Il Signore è giusto: 
ha spezzato il giogo degli empi.


Siano confusi e volgano le spalle 
quanti odiano Sion. 
Siano come l'erba dei tetti: 
prima che sia strappata, dissecca; 
non se ne riempie la mano il mietitore, 
né il grembo chi raccoglie covoni.


I passanti non possono dire: 
«La benedizione del Signore sia su di voi, 
vi benediciamo nel nome del Signore».